Approfondimenti

Storie

La toccante lettera di Moni Ovadia al Papa per ricordare Don Gallo

Lettera di Moni Ovadia a Papa Bergoglio in memoria di Don Gallo, scritta il 20 luglio 2013. «Caro Papa Bergoglio, mi chiamo Moni Ovadia, sono un ebreo agnostico di professione saltimbanco che pratica il suo mestiere contrabbandando la spiritualità dell’esilio ebraico, soprattutto nelle sue espressioni umoristiche e paradossali. Nella vita e sul palcoscenico, sono un
CONTINUA A LEGGERE

La storia della festa del 1 maggio

Il 1 Maggio nasce come momento di lotta internazionale di tutti i lavoratori, senza barriere geografiche, né tanto meno sociali, per affermare i propri diritti, per raggiungere obiettivi, per migliorare la propria condizione. “Otto ore di lavoro, otto di svago, otto per dormire” fu la parola d’ordine, coniata in Australia nel 1855, e condivisa da
CONTINUA A LEGGERE

Antonio Gramsci. Elogia per il colore rosso

A ottant’anni dalla sua morte dovuta ad una emorragia celebrale in seguito alla lunga e dura detenzione nelle carceri fasciste, ricordiamo la figura di Antonio Gramsci con un suo breve scritto giovanile. Anche questo, come sempre quando si parla del più grande intellettuale del movimento operaio italiano, di grande attualità. E c’era anche una bandiera
CONTINUA A LEGGERE