Germania, CDU trionfa nel Nord Reno-Westfalia. Già finito l’effetto Schulz?

Brutte notizie per Martin Schulz, l’attuale presidente del Partito socialdemocratico tedesco (SPD) ed ex presidente del Parlamento europeo.

Nell’importante test elettorale in Nord Reno Vestfalia, uno dei land tedeschi di maggiore peso in Germania con i suoi 13 milioni di elettori e storica roccaforte socialdemocratica, arriva a sorpresa il sorpasso della CDU di Angela Merkel, che raccoglie un clamoroso 33% e supera proprio la SPD, che rispetto alle scorse elezioni perde quasi 8 punti percentuali e si attesta così al 31,2%.

Buona affermazione per l’FDP, il partito liberale dato da tutti per spacciato, che raccoglie il 12,6% dei consensi, mentre risulta in netto calo anche il partito dei Verdi, che raccolgono il 6,4% entrando così nel parlamentino regionale, ma con un consenso quasi dimezzato rispetto alle elezioni del 2012.

Nel campo della sinistra l’unica formazione che vede incrementare il proprio consenso rispetto al 2012 è la Die Linke (sinistra radicale), che raccoglie il 4,9%, appena al di sotto della soglia del 5% che gli avrebbe permesso di eleggere per la prima volta i propri rappresentati nel parlamento regionale.

Per l’SPD si tratta di un chiaro segnale di difficoltà, che fa presagire il rischio di un’esaurimento anzitempo del rilancio che sembrava potesse portare al partito socialdemocratico la nuova presidenza di Martin Schulz.

Per l’importante land tedesco, che usciva dalla tradizionale giunta rosso-verde, sembra aprirsi ora l’ipotesi di governo di grande coalizione tra CDU ed SPD, un’altra gatta da pelare per Schulz in vista delle elezioni politiche di settembre.

Adriano Manna

Leave a Reply