La proposta di Corbyn per i senzatetto: dare loro una casa

  •  
  •  

Domenica scorsa in un’intervista con Andrew Marr della BBC il leader dei laburisti britannici Jeremy Corbyn ha descritto a grandi linee la politica che il suo partito seguirà per contrastare le “vergognose” e “del tutto inaccettabili” percentuali di senzatetto, nel caso di vittoria alle prossime elezioni.

La cosa da fare è semplice: comprare una casa ai migliaia di cittadini britannici che dormono per strada. Secondo i dati governativi, forniti la settimana scorsa, il numero di persone che passa la notte in strada è aumentato del 15% rispetto all’anno scorso.

Per combattere questa crisi, Corbyn ha dichiarato che un governo laburista “acquisterebbe 8.000 proprietà in tutto il paese per dare subito un alloggio a chi al momento ne è privo e allo stesso tempo richiederebbe agli enti locali di costruirne altri”.

“Daremmo agli enti locali il potere di prendere possesso delle case lasciate vuote”, ha aggiunto Corbyn.” E’ un vero insulto pensare di costruire case di lusso e tenerle vuote di proposito, sapendo che con il tasso di inflazione della proprietà gli investitori guadagneranno il 10 o 12 % all’anno.”

Domenica scorsa, Corbyn ha attaccato i conservatori in una serie di tweets per non aver preso misure contro la mancanza di alloggi.

“Secondo i dati di questa settimana il numero dei senzatetto è aumentato per il settimo anno consecutivo“ ha scritto Corbyn. “A differenza dei conservatori, i laburisti non staranno con le mani in mano mentre tanta gente dorme all’aperto”.

 

Estratto dell’intervista originale in inglese nel sito di Common Dreams

Traduzione dall’inglese di Annalaura Erroi per l’agenzia Dire.it